Ti trovi qui: Home » PagoPa e Fatturazione elettronica

Pagamenti tramite PagoPA

PagoPA il nuovo sistema dei pagamenti verso la PA

PagoPA è un sistema di pagamenti elettronici realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione. Sistema realizzato per semplificare e aumentare la qualità e la quantità dei servizi di pagamento offerti da ogni Pubblica Amministrazione ed effettuarli nella massima sicurezza.

CODICE IUV

Qualsiasi pagamento è identificato univocamente da un codice, chiamato IUV (Identificativo Univoco di Versamento), attraverso il quale l'Ente associa il singolo versamento effettuato dall'utente alla richiesta di pagamento oppure alla posizione debitoria.

TIPOLOGIE DI PAGAMENTI

Vi sono due tipologie di pagamenti

  • - con avviso che sono eseguiti sulla base di una richiesta dell'Ateneo a fronte di una posizione debitoria preesistente con relativo invio al debitore di codice IUV. In questo caso lo IUV è generato a priori dall'Ateneo, associato alla posizione debitoria e notificato al debitore. L’utente dovrà all'atto del pagamento digitare il codice IUV o il codice avviso di pagamento per cercare la propria posizione debitoria.
  • - spontanei che sono eseguiti su autonoma iniziativa del debitore. In questo caso lo IUV viene generato al momento del pagamento. Si tratta di un'opzione che permette al debitore di eseguire pagamenti di propria iniziativa, prima dell'invio al Nodo della posizione debitoria e dell'assegnazione dello IUV. Il debitore inserisce i dati necessari (servizio, importo, anagrafica, ecc.) e il sistema genera automaticamente uno IUV per permettere il pagamento. In questo caso è molto importante scegliere il servizio corretto per il quale si vuole fare il pagamento e inserire nella causale il nome del versante e il motivo del versamento

*Nella modalità di pagamento spontaneo è necessario che il debitore individui il servizio di incasso per il quale deve effettuare il pagamento.

Per servizio si intende una tipologia di pagamento, come ad esempio gli incassi relativi a fatture attive o alle iscrizioni a convegni o concorsi ecc… La descrizione del servizio individua, oltre che la tipologia di pagamento (attività commerciale/attività istituzionale/concorsi/ convegni ecc…), anche la struttura dell’Ateneo a cui il pagamento è diretto. L’utente dovrà scegliere il servizio idoneo per il quale deve fare il pagamento in corrispondenza della voce “servizio di incasso”.

MODALITÀ DI PAGAMENTO

I pagamenti possono essere realizzati attraverso due modalità:

Modalità di pagamento 1 Il processo di pagamento è immediato tramite collegamento al portale dell'Ateneo. Il creditore può attivare varie forme di pagamento online (carta di credito, my bank ecc). La procedura mostrerà una serie di prestatori che forniscono questo servizio on line mostrando per ognuno le commissioni richieste.
Modalità di pagamento 3 Il processo di pagamento prevede la possibilità per il debitore che ha ricevuto un avviso di pagamento di eseguire il pagamento, presso le infrastrutture messe a disposizione dai PSP (Prestatori di Servizi di Pagamento) quali, ad esempio, sportelli ATM, applicazioni di Home Banking e mobile payment, uffici postali, punti della rete di vendita dei generi di Monopolio (Tabaccai), SISAL e Lottomatica, casse predisposte presso la Grande Distribuzione Organizzata, etc.

Non tutti i servizi attivati dall’Ateneo prevedono la scelta tra le due modalità di pagamento ma l’utente sarà guidato dalla procedura in base alla scelta del servizio effettuata.

Portale di accesso per pagamenti verso Unimore

ATTENZIONE: per il pagamento della contribuzione universitaria gli studenti devono seguire le istruzioni specificate alla pagina Pagamento della contribuzione universitaria .

Guida al Portale Debitore

» Guida all'utilizzo del Portale Debitore Unimore

Emissione fattura elettronica DM 3 aprile 2013, n.55

Comunicazione ai fornitori dell'Università di Modena e Reggio Emilia

[13 febbraio 2015] Si informano i fornitori dell'Università di Modena e Reggio Emilia che dal 31 marzo 2015 decorrono gli obblighi di emissione, trasmissione, ricevimento, conservazione ed archiviazione in forma elettronica delle fatture emesse - anche in forma di nota, conto, parcella e simili - nei rapporti con gli altri enti nazionali e con le amministrazioni locali. (legge 24 dicembre 2007, n. 244 e DM 3 aprile 2013, n. 55).

» Fatturazione elettronica: Codice univoco uffici e dipartimenti [agg. al 24/02/2020]

» Fatturazione elettronica: Comunicazione ai fornitori [10 giugno 2015]