Ti trovi qui: Home » Didattica » Corsi di perfezionamento e aggiornamento professionale » Promozione della salute mentale e percorsi di cura per persone autrici di reato con disturbi psichici, con particolare riferimento all’ambito degli Istituti Penitenziari e delle REMS

Corso di perfezionamento in Promozione della salute mentale e percorsi di cura per persone autrici di reato con disturbi psichici, con particolare riferimento all’ambito degli Istituti Penitenziari e delle REMS
Salute

a.a. 2021/2022

n. posti 50
durata del corso corso annuale
durata indicativa 6 mesi
ore totali 375 ore di lezione/tirocinio
crediti universitari 15 CFU
Costo iscrizione 450  euro
Bando di ammissione
Scadenza
Consulta il bando di ammissione
presentazione domanda entro 23/11/2021 alle ore: 13:30
Nota E' previsto un esonero totale dal contributo di iscrizione per i migliori 20 candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito in qualità di professionisti dipendenti del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia-Romagna
Direttore Prof. Gian Maria Galeazzi
Referente Dott. Luca Pingani
Dipartimenti
  • Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze

Presentazione

Negli ultimi quindici anni importanti riforme legislative hanno profondamente mutato i termini e il mandato della cura dei soggetti autori di reato con problemi di salute mentale. Il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 1/4/2008 ha trasferito al Sistema Sanitario Nazionale le funzioni sanitarie e amministrative (rapporti di lavoro, risorse finanziarie, attrezzature e beni strumentali) in materia di sanità penitenziaria, rappresentando il primo passo verso la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG) inizialmente previsto entro il 2014. La legge n. 9 del 17/02/2012 (“Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 211, recante interventi urgenti per il contrasto della tensione detentiva determinata dal sovraffollamento delle carceri”) ha poi sancito la nascita delle Residenze per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS): strutture sanitarie, con una forte connotazione terapeutico-riabilitativa, utilizzate per accogliere le persone con incapacità di intendere e di volere al momento di compiere il reato e che, per ragioni di pericolosità sociale, non è possibile dimettere dagli OPG e assistere in comunità. È iniziato quindi il processo di “dismissione” degli OPG sancito in modo definitivo anche attraverso la legge numero 81 del 30/05/2014, con la quale veniva prorogato al 31/03/2015 il termine per la chiusura definitiva degli stessi e l’entrata in funzione delle REMS. La Salute Mentale negli Istituti Penitenziari si rivolge alle persone detenute che presentano bisogni di cura durante l’esecuzione della pena e tuttora comprende Articolazioni per la Tutela della Salute Mentale, sezioni deputate ad accogliere i soggetti con gravi disturbi psichiatrici sopravvenuti alla detenzione. Oltre agli ospiti delle REMS esiste poi la ben più ampia popolazione di pazienti con misure di sicurezza non detentive presi in carico dai Servizi di Salute Mentale nella Comunità, che spesso si avvalgono di inserimenti residenziali di varia natura. L’attuale complesso sistema assistenziale, se da un lato costituisce il risultato di importanti riforme nella direzione dell’umanizzazione delle cure e l’avveramento dei diritti umani di una fascia di popolazione, quella detenuta con problemi di salute mentale (caratterizzata da un accumulo intersezionale di vulnerabilità e fattori di rischio di discriminazione, trauma e inadeguata assistenza), dall’altro presenta ancora contraddizioni e difficoltà, fonti di acceso dibattito e controversie. Certamente, in quanto ambito assistenziale gravato da importante complessità biopsicosociale e organizzativa, per ottenere buoni esiti è fondamentale il lavoro di équipe multiprofessionali adeguatamente formate rispetto alla specificità dei problemi affrontati e “attrezzate” nei confronti del forte rischio di condizionamento istituzionale nella risposta ai bisogni di cura. Da qui la necessità di mettere a disposizione dei professionisti sanitari che operano o che si apprestano ad operare nella salute mentale negli Istituti Penitenziari e nelle REMS -ma anche di quelli che si occupano di questo gruppo di pazienti in comunità- un corso di perfezionamento espressamente pensato per fornire strumenti interpretativi, contenuti e tecniche per migliorare la comprensione dei bisogni e l’efficacia degli interventi. Il Corso di Perfezionamento si propone di fornire ai discenti conoscenze e competenza da poter utilizzare nell’attività clinica-assistenziale-riabilitativa relativa alla salute mentale negli Istituti Penitenziari e presso le REMS. In particolare, il Corso permetterà ai professionisti sanitari che decideranno di frequentarlo di approfondire le seguenti tematiche, focalizzate al contesto degli Istituti Penitenziari e, in particolare, a quello delle REMS: - l'evoluzione della presa in carico degli autori di reato con problemi di salute mentale (dai manicomi criminali all’istituzione delle REMS); - elementi di sociologia della devianza e criminologia pertinenti alle persone con bisogni di salute mentale negli Istituti Penitenziari e nelle REMS; - elementi di organizzazione e struttura delle REMS; - la perizia psichiatrica e altri elementi di medicina legale relativi ai percorsi giuridici delle persone con bisogni di salute mentale ospiti degli Istituti Penitenziari e delle REMS; - l’attività clinica, assistenziale e riabilitativa nel contesto delle REMS - aspetti teorici; - l’attività clinica, assistenziale e riabilitativa nel contesto delle REMS - strategie di intervento.

Requisiti per l'accesso

- Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Medicina e Chirurgia (LM-41) o titoli equipollenti Laurea in uno dei Corsi di Laurea Magistrale della Classe LM51 - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe L/SNT1 o titoli equipollenti - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe L/SNT2 o titoli equipollenti - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe L/SNT3 o titoli equipollenti - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe L39 o titoli equipollenti - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe LMG01 o titoli equipollenti - Laurea in uno dei Corsi di Laurea della Classe LM62 o titoli equipollenti Solo per chi partecipa come uditore: - Diploma di Scuola Secondaria di II Grado e almeno 5 anni di esperienza lavorativa continuativa in contesti affini ai temi affrontati dal Corso di Perfezionamento.

Sede delle lezioni

Padiglione De Sanctis, Campus “San Lazzaro” – Via Amendola 2, Reggio Emilia

Periodo di svolgimento

dicembre 2021 - maggio 2022

Documenti collegati


Questa pagina è stata utile?