Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree magistrali di secondo livello » Ingegneria gestionale

Legenda:

corso ad accesso libero Corso ad accesso libero;
corso a numero programmato Corso a numero programmato;
corso tenuto in lingua inglese Corso in lingua inglese;
corso a distanza Corso in modalità mista o prevalentemente a distanza.

Collegamenti


immagine della copertina della guidaGuida Unimore 2023-2024.

Tecnologia / Laurea magistrale
Ingegneria gestionale

Titolo di studio Laurea magistrale in Ingegneria gestionale
Classe di Laurea MIUR LM-31 Classe delle lauree magistrali in ingegneria gestionale
Durata del corso di studi 2 anni - 120 CFU Crediti Formativi Universitari

Informazioni per l'anno accademico 2023-2024

Le informazioni relative all'anno accademico 2023-2024 sono in corso di aggiornamento e possono essere suscettibili di ulteriori modifiche/integrazioni.

Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Libero   Libero
Sede del corso via Amendola, 2 - Pad. Buccola-Bisi
42122 Reggio Emilia
Referenti

Presidente:
prof. Rita Gamberini
tel. 0522 52 2633
rita.gamberini@unimore.it

Delegati al tutorato:
prof. Claudio Giberti
tel. 0522 52 2632
claudio.giberti@unimore.it

Dipartimento/Scuola » Dipartimento di Scienze e Metodi dell'Ingegneria
Sito web www.dismi.unimore.it/LM/IngGes
Regolamento didatticoTesto completo in PDF (valido a partire dall'a.a. 2017-2018)
Piano di studi I piani di studi sono consultabili su offerta formativa
Bandi / Graduatorie Bando per l'accesso al corso di laurea magistrale in INGEGNERIA GESTIONALE

Presentazione

Il Corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale intende formare figure professionali in grado di coniugare competenze tecnologiche e competenze gestionali, capaci di affrontare problemi complessi di natura interdisciplinare.

Cosa si studia

Gli obiettivi formativi della Laurea magistrale in Ingegneria gestionale si concretizzano in un percorso di studi che prevede un significativo corpo comune di insegnamenti caratterizzanti l’Ingegneria gestionale (Ingegneria economico-gestionale, Tecnologie e sistemi di lavorazione, Impianti industriali meccanici e automatica) che, insieme agli insegnamenti relativi ai modelli per la gestione delle decisioni e ai sistemi per la gestione delle informazioni, permettono di dotare gli studenti di avanzate capacità analitiche, decisionali e progettuali nel settore della gestione della produzione e dei flussi informativi. Attorno a questo corpo comune di insegnamenti, lo studente potrà configurare in modo flessibile percorsi formativi volti ad approfondire le sue conoscenze in specifici settori dell’ingegneria gestionale, industriale o dell’informazione. In particolare, sono attivi quattro indirizzi: 1) ICT-Data management, 2) ICT-Industrie digitali e creative, 3) Produzione-Energia, 4) Produzione - Beni e servizi.

Cosa si diventa

Il laureato magistrale gestionale trova, come sede naturale di occupazione, le imprese e le aree di attività ove problematiche di gestione e di tecnologia rappresentano un elemento critico e dove l’innovazione in generale gioca un ruolo importante. Il laureato trova anche idonea collocazione nell’ambito della progettazione degli impianti industriali e dei sistemi di produzione, della gestione della produzione e dell’approvvigionamento dei materiali, della logistica, dell’organizzazione aziendale, del controllo di gestione, della progettazione dei sistemi informativi a supporto di attività produttive e/o di fornitura servizi. Il corso permette l’iscrizione agli albi professionali nelle sezioni industriale e dell’informazione.

Consulta la pagina dell'anno accademico 2022/2023


Questa pagina è stata utile?