Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree e Lauree Mag. a ciclo unico » Ingegneria civile e ambientale

Legenda:

corso ad accesso libero Corso ad accesso libero;
corso a numero programmato Corso a numero programmato;
corso tenuto in lingua inglese Corso in lingua inglese;
corso a distanza Corso in modalità mista o prevalentemente a distanza.

Collegamenti


immagine della copertina della guidaGuida Unimore 2022-2023.

Tecnologia / Laurea
Ingegneria civile e ambientale

Unimore Orienta - open day 22 febbraio 2022
Presentazione dei corsi di laurea dell'anno accademico 2022-2023

Doppio Titolo con l'Università degli studi della Repubblica di San Marino
Il titolo di studio (curriculum civile) è riconosciuto dall'Università degli studi della Repubblica di San Marino.

Titolo di studio Laurea in Ingegneria civile e ambientale
Classe di Laurea MIUR L-7 Classe delle lauree in ingegneria civile e ambientale
Durata del corso di studi 3 anni - 180 CFU Crediti Formativi Universitari

Informazioni per l'anno accademico 2022-2023

Le informazioni relative all'anno accademico 2022-2023 sono in corso di aggiornamento e possono essere suscettibili di ulteriori modifiche/integrazioni.

Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Libero   Libero
Sede del corso via Pietro Vivarelli, 10
41125 Modena
Referenti Presidente prof. Sergio Teggi sergio.teggi@unimore.it
DelegatoTutorato proff. Marcello Tarantino, Luca Pasquali angelomarcello.tarantino@unimore.it, luca.pasquali@unimore.it
Scuola di Ingegneria » Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari"
Sito web www.ing.unimore.it/L/IngCivAmb
Regolamento didatticoTesto completo in PDF (valido a partire dall'a.a. 2017-2018)
Piano di studi Piano di studi e scheda informativa dalla Guida di Dipartimento/Facoltà

Presentazione

Gli Ingegneri Civili e Ambientali condividono l’obiettivo di migliorare la qualità e la sicurezza degli ambienti naturali e costruiti in cui viviamo. Contribuiscono alla progettazione di strutture e infrastrutture quali edifici residenziali e industriali, dighe, porti, acquedotti e fognature, strade, ponti, gallerie, ferrovie e aeroporti, o all’analisi e al controllo del rischio sismico, di quello idraulico e di altri rischi ambientali, o alla gestione delle risorse naturali, dell’energia, dei rifiuti solidi, delle acque reflue e delle emissioni in atmosfera.

Cosa si studia

Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale prevede due curricula: Ingegneria Civile e Ingegneria Ambientale. La scelta del curriculum è effettuata al primo anno. I due curricula condividono le discipline scientifiche e ingegneristiche fondamentali. Si differenziano invece nelle materie con forte contenuto applicativo. L’Ingegneria Civile focalizza la sua attenzione sulle strutture e sulle infrastrutture – su quanto è costruito dall’uomo. L’Ingegneria Ambientale focalizza invece la sua attenzione sulla sostenibilità dello sviluppo, sulla gestione delle risorse naturali e dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi, sul controllo dei rischi ambientali.

Cosa si diventa

Il laureato in Ingegneria Civile e Ambientale trova occupazione negli studi professionali, in imprese pubbliche e private di costruzioni, in agenzie ed enti preposti alla pianificazione e gestione dei sistemi territoriali o alla difesa del territorio rispetto ai rischi ambientali, in società “multiutility” per la gestione di reti di distribuzione, trattamento di acque e rifiuti, gestione delle risorse naturali ed energetiche. Il Corso di Laurea in Ingegneria Civile e Ambientale permette di accedere alle Lauree Magistrali in Ingegneria Civile e Ambientale (LM-23 e LM-35).


Questa pagina è stata utile?