Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree magistrali di secondo livello » Sostenibilità integrata dei sistemi agricoli

Legenda:

corso ad accesso libero Corso ad accesso libero;
corso a numero programmato Corso a numero programmato;
corso tenuto in lingua inglese Corso in lingua inglese;
corso a distanza Corso in modalità mista o prevalentemente a distanza.

Collegamenti


immagine della copertina della guidaGuida Unimore 2022-2023.

Vita / Laurea magistrale
Sostenibilità integrata dei sistemi agricoli

Unimore Orienta - open day 22 febbraio 2022
Presentazione dei corsi di laurea dell'anno accademico 2022-2023

Titolo di studio Laurea magistrale in Sostenibilità integrata dei sistemi agricoli
Classe di Laurea MIUR LM-69 Classe delle lauree magistrali in scienze e tecnologie agrarie
Durata del corso di studi 2 anni - 120 CFU Crediti Formativi Universitari

Informazioni per l'anno accademico 2022-2023

Le informazioni relative all'anno accademico 2022-2023 sono in corso di aggiornamento e possono essere suscettibili di ulteriori modifiche/integrazioni.

Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Libero   Libero
Sede del corso via Giovanni Amendola, 2 - Padiglione Besta
42122 Reggio Emilia
Referenti Presidente prof. Enrico Francia enrico.francia@unimore.it
Tutorato prof. Emiro Endrighi emiro.endrighi@unimore.it
Dipartimento/Scuola » Dipartimento di Scienze della Vita
Sito web www.dsv.unimore.it/LM/SISTA
Regolamento didatticoTesto completo in PDF (valido a partire dall'a.a. 2021-2022)
Piano di studi Piano di studi e scheda informativa dalla Guida di Dipartimento/Facoltà
Bandi / Graduatorie Bando di ammissione al Corso di Laurea Magistrale a libero accesso di Sostenibilita' Integrata dei Sistemi Agricoli 2022-2023

Presentazione

Il Corso di Laurea Magistrale in Sostenibilità Integrata dei Sistemi Agricoli vuole fornire una solida preparazione negli ambiti disciplinari caratteristici delle scienze e tecnologie agrarie. Il laureato magistrale SISTA sarà quindi in grado di programmare e gestire ricerca e produzione agraria (qualitativa e quantitativa) con un'ampia visione di sostenibilità, mettendo a punto e gestendo l'innovazione delle imprese e delle filiere agricole, favorendone lo sviluppo anche in ottica territoriale.

Cosa si studia

Il percorso è improntato allo sviluppo sostenibile in agricoltura, basandosi sull'acquisizione di specifiche competenze funzionali quali: agroecologia e difesa della biodiversità, sostenibilità degli agro-ecosistemi erbacei ed arborei e delle produzioni zootecniche, approcci integrati di difesa da patogeni e insetti dannosi, tecnologie di evoluzione assistita in agricoltura e cura della fertilità del suolo, tecnologie per l'agricoltura di precisione, post-raccolta delle derrate agro-vegetali, gestione d'impresa ed economia e sviluppo sostenibile dei sistemi agricoli e rurali. Appropriate capacità professionali di stampo manageriale nella logica delle dynamic capabilities, sono acquisite grazie ad argomenti di management e soft skills professionali, seminari interattivi con tecnici, dirigenti ed esperti del sistema agricolo, realizzazione di uno stage presso aziende ed organismi del settore, produzione di una tesi di tipo applicativo-sperimentale.

Cosa si diventa

Il laureato magistrale in Sostenibilità Integrata dei Sistemi Agricoli è un professionista competente ed esperto in grado di guidare l'evoluzione dell'agricoltura e delle sue diverse componenti (socio-economico-ambientali) verso gli United Nations Sustainable Development Goals (SDGs, Agenda 2030). Tratti caratterizzanti di tale “Agronomo senior” sono l'approccio e la forma mentis che lo rendono in grado di affrontare in maniera integrata e sinergica le diverse problematiche tecniche, metodologiche, ambientali e organizzative, con appropriate capacità di interpretazione ed orientate al problem solving. Il profilo professionale risponde così alle esigenze di supporto e guida del mondo agricolo potendosi collocare in un ventaglio assai ampio di opzioni: dirigente d'azienda agricola, addetto di aziende fornitrici di beni e servizi per l'agricoltura, esperto/dirigente di organismi privati e pubblici di servizio all'attività agricola, funzionario/dirigente di strutture di aggregazione agricola (consorzi, associazioni produttori, organizzazioni professionali, ecc.) o di associazioni di categoria, dirigente/responsabile di aziende di lavorazione e prima trasformazione, agricoltore professionista, ecc., cui sono da aggiungere ruoli importanti negli Enti di ricerca e sperimentazione per l'agricoltura, nella Pubblica Amministrazione, nei Consorzi di Bonifica, negli Enti Parco, ecc., consulente (Agronomo libero professionista).


Questa pagina è stata utile?