Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree e Lauree Mag. a ciclo unico » Costruzioni e gestione del territorio

Legenda:

corso ad accesso libero Corso ad accesso libero;
corso a numero programmato Corso a numero programmato;
corso tenuto in lingua inglese Corso in lingua inglese;
corso a distanza Corso in modalità mista o prevalentemente a distanza.

Collegamenti


immagine della copertina della guidaGuida Unimore 2024-2025.

Tecnologia / Laurea
Costruzioni e gestione del territorio

Doppio Titolo con l'Università degli studi della Repubblica di San Marino

Titolo di studio Laurea in Costruzioni e gestione del territorio
Classe di Laurea MIUR L-P01 Classe delle lauree ad orientamento professionale in professioni tecniche per l'edilizia e il territorio
Durata del corso di studi 3 anni - 180 CFU Crediti Formativi Universitari

Informazioni per l'anno accademico 2024-2025

Le informazioni relative all'anno accademico 2024-2025 sono in corso di aggiornamento e possono essere suscettibili di ulteriori modifiche/integrazioni.

Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Programmato   Programmato, dettagli nel bando di ammissione.
Sede del corso Via Pietro Vivarelli, 10
41125 Modena
Referenti

Presidente:
Prof. Luca Lanzoni
luca.lanzoni@unimore.it
+390592056116

Delegati al tutorato:
Prof. Angelo Marcello Tarantino
angelomarcello.tarantino@unimore.it
+390592056117

Prof. Luca Pasquali
luca.pasquali@unimore.it
+390592056223

Dipartimento/Scuola » Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari"
Sito web https://www.ingmo.unimore.it/site/home/didattica/lauree-professionalizzanti/costruzioni-e-gestione-del-territorio-2122.html
Regolamento didatticoTesto completo in PDF (valido a partire dall'a.a. 2019-2020)
Piano di studi I piani di studi (riferiti all'anno accademico precedente) sono consultabili sul Course Catalogue

Presentazione

Il Corso di Laurea professionalizzante in Costruzioni e gestione del territorio (classe di laurea L-P01 abilitante) offre un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici e tecnologici con l'acquisizione di specifiche competenze e abilità professionali richieste nel settore. La principale caratteristica del Corso è quella di garantire, anche con l'apporto di docenze extra-universitarie affidate a esperti e professionisti esterni, un livello di conoscenze idoneo per l’esercizio della libera professione come tecnici esperti nel settore delle costruzioni, delle infrastrutture e della tutela ambientale. Questa moderna figura professionale è riconducibile al tecnico laureato, come identificato dalla recente normativa europea in tema di professioni intermedie (DM 446/2020). Ai sensi della L. 8.11.2021 n.163 e dei DI n.682 e n.685 del 2023, il Corso di Laurea è abilitante all'esercizio della professione di geometra laureato o perito industriale edile.

Cosa si studia

La formazione del geometra laureato necessita di diverse componenti culturali e tecniche relative alle costruzioni, all'estimo, alla topografia (aree fondamentali e classiche della professione), senza dimenticare le nozioni di base. Il tirocinio professionale è inserito strettamente all'interno del corso di laurea, per collegarlo meglio all'attività formativa e per ridurre il tempo di ingresso dei laureati nel mondo del lavoro. Il primo anno è dedicato alle materie di base, assieme alla topografia e ai materiali da costruzione. Il secondo anno offre contenuti di scienza delle costruzioni, pianificazione urbanistica, contabilità, sostenibilità ambientale, diritto ed energetica con varie attività di laboratorio. Il terzo anno prevede l'estimo ed il tirocinio curriculare.

Cosa si diventa

Il Corso ha l’obiettivo di formare, nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture civili e rurali, una figura tecnica polivalente, versatile e con una spiccata propensione all’uso delle più moderne tecnologie. Il laureato conseguirà un'adeguata preparazione nelle discipline applicative di riferimento e un consolidato bagaglio di conoscenze operative indispensabili per operare autonomamente in numerosi ambiti come la redazione di pratiche edilizie, capitolati tecnici, piani di manutenzione, disegni tecnici e perizie giudiziarie; il project management negli studi di progettazione e nelle imprese di costruzioni; la progettazione e direzione strutturale e architettonica di opere e manufatti dell’edilizia; il monitoraggio e la diagnostica strutturale; il rilevamento topografico e la gestione e l'aggiornamento del catasto; le valutazioni estimative e la contabilità lavori.

Consulta la pagina dell'anno accademico 2023/2024


Questa pagina è stata utile?