Sigillo di Ateneo
apri o chiudi il menu

Versione parziale per smartphone

Vai alla pagina completa

Collegamenti


immaginetta della copertina della guida GUIDA e OFFERTA FORMATIVA UniMORE 2010-2011.

Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree » Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia

Laurea
Tecniche di radiologia medica per immagini e radioterapia

a.a. 2010/2011

Informazioni generali

Area di interesse Salute
Classe di Laurea MIUR SNT/3 - Classe delle lauree in professioni sanitarie tecniche
Facoltà di riferimento Facoltà di Medicina e Chirurgia
Sito web http://www.cltrmir.unimore.it
Durata del corso di studi 3 anni - 180 CFU
Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Programmato Programmato. Per i dettagli consultare il bando di ammissione. Posti disponibili 30
Sede del corso via Amendola, 2 Reggio Emilia
Banca dati Esse3Accedi ai dati del corso su Esse3

Presentazione del Corso

La laurea in tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia consente di attuare tutte le procedure di imaging di carattere radiologico, di Medicina Nucleare e di Radioterapia utilizzando in modo autonomo ed altamente professionale le moderne attrezzature che utilizzano come sorgente di immagine i raggi X, i raggi gamma, la risonanza magnetica e gli ultrasuoni. L'utilizzazione di questi moderni mezzi di indagine ormai indispensabili in qualunque disciplina medica avviene sotto la responsabilità del laureato triennale che si occupa anche del controllo di qualità. La collaborazione fattiva con i fisici sanitari e soprattutto con i medici radiologi e medico nucleare e radioterapisti caratterizza il lavoro in equipe proprio di questa laurea professionalizzante. Dato l'elevato contenuto tecnologico di questa laurea e il forte legame con la continua evoluzione delle apparecchiature e delle tecniche radiologiche, il tecnico di radiologia vedrà ampliarsi sempre più i propri spazi professionali in ambito sanitario.

Cosa si studia

Nel corso dei tre anni di studio, organizzati in lezioni frontali e tirocini professionalizzanti, lo studente apprende i principi fondamentali di biochimica, anatomia, fisiologia, patologia generale e clinica, igiene e di primo soccorso, patrimonio di base per un'operatore sanitario. Particolare rilevanza rivestono gli insegnamenti teorici e pratici finalizzati ad apprendere i principi della radioprotezione con riferimento agli effetti delle radiazioni ionizzanti, le tecniche radiologiche, medico-nucleari, radioterapiche e di fisica sanitaria. Le applicazioni informatiche nell'area radiologica, con riferimento all'archiviazione di immagini, di referti e di dati di interesse clinico sanitario; le modalità di uso diagnostico e terapeutico di radiazioni ionizzanti e traccianti radioattivi; di energie termiche, ultrasoniche e di risonanza magnetica sono attività che vengono direttamente sperimentate dallo studente nei reparti delle strutture pubbliche e private convenzionate. Lo studente durante il percorso di studi, apprende anche le modalità di verifica e controllo di qualità delle apparecchiature a lui affidate e le procedure operative in radiologia interventistica. L'accesso al corso di laurea è programmato, pertanto gli studenti per isriversi devono superare un test d'ingresso, previsto per la prima settimana di settembre di ogni anno.

Cosa si diventa

Il laureato tecnico di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia è un operatore sanitario dell'area tecnico-diagnostica e dell'area tecnico-assistenziale che svolge, con autonomia professionale, le procedure tecniche necessarie alla esecuzione di metodiche diagnostiche su materiali biologici o sulla persona, ovvero attività tecnico assistenziale. Può svolgere la propria attività nelle strutture sanitarie pubbliche o private, in rapporto di dipendenza o libero professionale, nei settori di Radiologia diagnostica, Radioterapia, Medicina Nucleare e Fisica sanitaria. Attualmente i contratti di lavoro non prevedono la differenziazione stipendiale per le figure con laurea triennale ed i "tecnici" provenienti da scuole locali o regionali ormai da anni soppresse. Questa carenza legislativa non si ripercuote sulle possibilità future di carriera. La laurea professionalizzante che si acquisisce in alcune sedi universitarie con ulteriori due anni di studio permette infatti sviluppi di carriera che sono riservati ai laureati triennali. La laurea professionalizzante consente di entrare immediatamente nel mondo del lavoro con un bagaglio tecnico di tutto rispetto che consente di svolgere il proprio lavoro in perfetta autonomia in strutture pubbliche e private nel campo già descritto.

Referenti del corso

Presidente
Prof. Bruno Bagni
tel. 059 4224286
fax 059 4222435
e-mail bruno.bagni@unimore.it
Referente per le attività di Tutorato
Dott.ssa Caterina Caputo
tel. 059 4222874
fax. 059 4224128
e-mail caterina.caputo@unimore.it