Sigillo di Ateneo
apri o chiudi il menu

Versione parziale per smartphone

Vai alla pagina completa

Collegamenti

Bandi studenti


immagine della copertina della guida Guida UNIMORE 2013-2014.

Ti trovi qui: Home » Didattica » Lauree » Ingegneria dei Materiali

Laurea magistrale
Ingegneria dei Materiali

a.a. 2011/2012

Informazioni generali

Area di interesse Tecnologia
Classe di Laurea MIUR LM-53 Classe delle lauree magistrali in scienza e ingegneria dei materiali
Facoltà di riferimento Facoltà di Ingegneria 'Enzo Ferrari'
Sito web http://www.ing.unimore.it
Durata del corso di studi 2 anni - 120 CFU
Modalità di frequenza Lezioni tradizionali
Accesso Accesso Libero Libero
Sede del corso via Vignolese, 905 Modena
Regolamento didatticoTesto completo in PDF (valido a partire dall'a.a. 2010-2011)
Banca dati Esse3Accedi ai dati del corso su Esse3

Presentazione

Per decidere se iscriversi al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Materiali è necessario considerare che i punti di forza principali di questo Corso di Laurea sono essere tecnologicamente innovativo in quanto si studiano, si sperimentano e si progettano nuovi materiali e nuove tecnologie, e essere scientificamente avanzato in quanto si pongono le basi della capacità progettuale su conoscenze ingegneristiche approfondite. L'iscrizione consente di conseguire una laurea magistrale in Ingegneria dei Materiali, l'unica in Emilia Romagna e tra le poche in Italia (tra cui i politecnici di Milano e Torino), ed avere quindi una formazione quinquennale in discipline ingegneristiche. Il titolo consente di essere in grado di proporre relativamente a innovazione e sviluppo della produzione, progettazione avanzata dei materiali e delle loro proprietà, comprensione delle potenzialità degli approcci modellistici al calcolatore per la previsione delle caratteristiche e delle potenzialità dei materiali, programmazione e gestione di sistemi industriali complessi e della qualificazione e diagnostica dei materiali. L'Ingegnere dei Materiali è una figura professionale moderna ed innovativa che, attraverso un approccio modellistico, si integra, interagisce, realizza ed è attore di innovazione.

Cosa si studia

Concorrono specificamente al bagaglio culturale del Laureato Magistrale in Ingegneria dei Materiali, oltre ad un'integrazione delle cognizioni delle materie di base, la conoscenza approfondita dei processi e delle tecnologie di produzione e lavorazione, del ciclo di vita dei materiali e del loro impiego anche in condizioni estreme. Nel percorso formativo si completa la preparazione su materie scientifiche chimiche, fisiche e caratterizzanti la scienza e ingegneria dei materiali. Si studiano in particolare gli aspetti avanzati dei materiali e delle strutture. Si approfondiscono, con attività di laboratorio mirate all'uso di metodiche sperimentali ed approcci modellistici ed all'elaborazione dei dati, le competenze acquisite su tecnologie, applicazioni e processi produttivi di ceramici, polimeri, metalli, vetri e compositi. E’ previsto un tirocinio aziendale presso importanti Aziende nazionali e internazionali o un'attività progettuale all'interno delle strutture universitarie e come prova finale viene svolta un'importante attività sperimentale o di progettazione.

Cosa si diventa

Il Corso forma figure professionali di elevata qualificazione in possesso di adeguate conoscenze metodologiche, funzionali ad attività progettuali di tipo innovativo nell'ambito dei materiali. La figura professionale è stata progettata per mantenere quella trasversalità e quella connotazione interdisciplinare che da sempre l'ha resa spendibile nei più svariati settori, ceramico, polimeri, metalli e leghe, vetro e compositi e relativi processi di produzione, fino a renderla requisito fondamentale per ruoli di alta dirigenza. Al termine del percorso formativo si consegue la laurea magistrale in Ingegneria dei Materiali. I laureati potranno insegnare e trovare occupazione (professionista o dipendente) con compiti di livello superiore a quelli di un laureato di primo livello, presso aziende per la produzione, la trasformazione e lo sviluppo dei materiali metallici, polimerici, ceramici, vetrosi e compositi, per applicazioni nei campi chimico, meccanico, elettrico, elettronico, dell'energia, dell'edilizia, biomedico, ambientale e dei beni culturali; nonché in laboratori industriali di aziende ed enti pubblici e privati. L'Ingegnere dei Materiali è in grado di ricoprire ruoli di primaria importanza nel campo della progettazione con competenze specifiche su aspetti previsonali di proprietà e comportamento di materiali e strutture.

Referenti del corso

Presidente
prof. Tiziano Manfredini
tel. 059 2056232
fax 059 2056243
e-mail tiziano.manfredini@unimore.it
Delegato per le attività di Tutorato
prof. Tiziano Manfredini
tel. 059 2056232
fax. 059 2056232
e-mail tiziano.manfredini@unimore.it