Sigillo di Ateneo
apri o chiudi il menu

Versione parziale per smartphone

Vai alla pagina completa

Ti trovi qui: Home » Didattica » Dottorati di Ricerca » Corso di dottorato di ricerca in Neuroscienze

Corso di dottorato di ricerca in Neuroscienze

XXIX ciclo - anno 2013/2014

Informazioni generali

Organizzazione: Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze
Settori Scientifico-Disciplinari BIO/09 (Fisiologia), BIO/10 (Biochimica), BIO/14 (Farmacologia), CHIM/02 (Chimica Fisica), MED/26 (Neurologia), MED/34 (Medicina Fisica e Riabilitativa), M-PSI/01 (Psicologia Generale), M-PSI/02 (Psicobiologia e Psicologia Fisiologica)
Durata del corso 3 anni
Posti 4 posti disponibili - previste 2 borse di studio
Sede MO
Sito web del Dottorato http://www.dottorato-neuroscienze.unimore.it/
Direttore/Coordinatore prof. Michele Zoli
michele.zoli@unimore.it
Scadenza Presentazione domanda entro: 29/10/2012 15.30.00

Bandi di ammissione

» Bandi di ammissione ai Corsi di Dottorato

Documenti Collegati

  • Graduatoria di ammissione (Data Pubblicazione 14/12/2012) Accedi alla graduatoria
    Scadenza immatricolazioni 27/12/2012 13.30.00
  • Presentazione del Dottorato di ricerca

    Tematiche scientifiche - La scuola comprende docenti afferenti a due vaste aree tematiche di Neuroscienze: 1) le Neuroscienze umane integrate, che comprendono campi di indagine quali Neurofarmacologia clinica, Neurofisiologia integrativa, Neuroscienze cliniche, Psicologia cognitiva; 2) le Neuroscienze di base, che a loro volta comprendono campi di indagine quali Modellistica delle molecole della trasmissione e della trasduzione del segnale nervoso, Neurobiologia molecolare e cellulare, Neurofarmacologia, Neurofisiologia della trasmissione nervosa. In virtù degli interessi e delle competenze multidisciplinari presenti nell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia, la ricerca nell’ambito delle Neuroscienze si sviluppa in questa sede secondo diversi approcci che risultano complementari per indagare le basi molecolari e fisiopatologiche, i meccanismi d’azione dei farmaci, e potenziare la diagnosi e la terapia di alcune tra le più importanti patologie di interesse neurologico quali l’epilessia, le demenze, la depressione, le tossicodipendenze, i disordini del movimento e del linguaggio, la cefalea ed altre forme di dolore cronico. Specifici temi di ricerca: • Fisiopatologia dell’epilessia • Studio dei meccanismi di recupero funzionale dopo lesione cerebrale • Substrati neurali della percezione delle emozioni e della percezione sociale • Fisiopatologia e riabilitazione delle gravi disabilità motorie dell’età evolutiva • Fisiopatologia delle cefalee • Correlati comportamentali e elettrofisiologici della comprensione del linguaggio • Meccanismi attenzionali • Substrati neurali della percezione e della modulazione del dolore e dell’analgesia • Organizzazione funzionale ed aspetti cognitivi del sistema motorio corticale • Mappatura funzionale del midollo spinale dell’uomo • Organizzazione funzionale della corteccia frontale premotoria in primati non umani • Neuroprotezione nell’ischemia globale transitoria • Neurobiologia molecolare e cellulare dello stress e delle malattie neuropsichiatriche • Fisiopatologia dei recettori nicotinici • Meccanismi di trasduzione sensoriale nel sistema nocicettivo • Meccanismi di modulazione della trasmissione sinaptica nel midollo spinale • Meccanismi molecolari e cellulari e modelli computazionali della rete cerebellare • Modulazione farmacologica della trasmissione sinaptica glutamatergica e gabaergica • Meccanismi della trasduzione del segnale mediato dai recettori accoppiati a proteine G. Obiettivi formativi - La Scuola di Dottorato in Neuroscienze si propone di assicurare una formazione multidisciplinare sia da un punto di vista teorico sia da un punto di vista tecnico, basata su una grande varietà di approcci ed esperienze culturali, punto questo qualificante e distintivo rispetto ad un corso di Dottorato tradizionale. In particolare, gli obiettivi formativi sono: Fornire una formazione scientifica basata su una reale attività di ricerca svolta in un gruppo attivo e riconosciuto a livello internazionale, e sull’acquisizione di una vasta competenza teorica nell’ambito delle neuroscienze attraverso differenti tipologie di attività didattica integrata. Inserire lo studente in una rete di relazioni e scambi tra i gruppi partecipanti e strutture di ricerca ed alta formazione nazionali ed internazionali, e con enti pubblici e privati. Vengono incoraggiati periodi di lavoro all’estero, fino a 18 mesi nel corso dei 3 anni del programma. Prospettive professionali - Le diverse tematiche teorico-sperimentali hanno in comune un percorso di ricerca e l’applicazione di metodologie innovative, tutte permettono quindi un inserimento professionale come Ricercatore di base (ambito di inserimento professionale: ricerca; settore: accademia o industria). Le tematiche dell’area Neuroscienze umane integrate possono affinare la preparazione e favorire l’inserimento professionale di figure come Neurologo Ricercatore, Psicologo o Neuropsicologo (ambito di inserimento professionale: ricerca applicata; settore: accademia, sanità o industria). Le tematiche dell’area Neuroscienze di base permettono un inserimento professionale come Biotecnologo o Biologo medico o farmaceutico nei settori delle neuroscienze molecolari, cellulari e farmacologiche (ambito di inserimento professionale: ricerca applicata, progettazione e consulenza; settore: accademia, sanità o industria).

    Per maggiori informazioni

    Ufficio Esami di Stato, Dottorati, Master

    Segreteria Postlaurea
    tel: 059 205 6423 - fax: 059 205 6574
    e-mail: segr.postlaurea@unimore.it